LE ASSOCIAZIONI

Il Circolo Arci PIETRALATA nasce nel 2005 nella storica sede della Casa del Popolo XXV Aprile. Da sempre circolo ricreativo è oggi  un’associazione culturale in cui convivono Yoga, teatro, rassegne cinematografiche, italiano per immigrati, ciclofficina, corsi di formazione e che rimane aperto ad accogliere ed offrire spazio a progetti ed iniziative in linea con i suoi valori e intendimenti.

Per associarsi al Circolo Arci Pietralata occorre tesserarsi all’Arci annualmente ed essere soci comporta l’adesione di valori quali l’uguaglianza, l’antifascismo, il rispetto delle differenze, l’inclusione delle marginalità

Il Circolo Arci Pietralata ha recentemente iniziato a collaborare con l’Associazione Arci “Nonna Roma”, per creare un luogo dove gli emarginati dalle istituzioni possano trovare le giuste risposte e dotarsi degli strumenti per uscire dal disagio.

ARCIRAGAZZI  COMITATO DI ROMA é un’associazione educativa nata nel 1996, affiliata ad Arciragazzi Nazionale. E’ iscritta al Registro del Volontariato della Regione Lazio. Il suo obiettivo è quello di valorizzare la cultura dell’infanzia per migliorare la qualità e l’ambiente di vita di tutti. Arciragazzi offre ai bambini e ai ragazzi strumenti espressivi e comunicativi per sviluppare le loro idee, potenziare le loro risorse e, attraverso il gioco, li educa alla partecipazione civile e culturale. Bambini e ragazzi realizzano con gli adulti progetti elaborati e discussi insieme. Promuove attività di cooperazione e iniziative di solidarietà per l’incontro fra bambini e ragazzi italiani e quelli di altri Paesi del mondo. Realizza Campagne per la diffusione e l’applicazione dei principi della Convenzione ONU dei Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza.

La comunità MASCI Roma 24 della parrocchia San Vincenzo Pallotti è nata dal desiderio di alcuni capi scout, provenienti dal gruppo AGESCI Roma 89, di rimettersi in cammino confermando la loro adesione alle scelte proprie dello Scoutismo, prima su tutte quella del Servizio. Le motivazioni che ci hanno riuniti sono state principalmente rivolte al desiderio di mettersi a disposizione dei bisogni del nostro quartiere, il Monte del Pecoraro, passando attraverso la Parrocchia, quale luogo di aggregazione, di crescita e di sostegno. La comunità MASCI Roma 24 è aperta ad accogliere tutti gli adulti che, presa coscienza delle scelte e degli obiettivi della comunità, abbiano voglia di “sporcarsi” le mani nello spirito scout.

Il Comitato prende origine da Comitati ed Associazioni attivi sul territorio da più di 20 anni, e ha l’obiettivo di migliorare la qualità della vita del Quartiere (sicurezza, spazi verdi, servizi), affrontando le gravi problematiche che interessano l’intero Quartiere, mettendo a disposizione di tutti esperienze, competenze e conoscenze. Il nostro è un sentire comune, camminando per le strade, a tutti è venuto in mente di volere un marciapiede o un parco pubblico o di volere le strade pulite dai rifiuti o più illuminate. E ci siamo detti … facciamo qualcosa di utile per il quartiere, non limitiamoci a osservare e commentare. Ecco perché vogliamo dare vita a un Comitato. Un progetto in cui crediamo!

Il Comitato del Parco di via Pomona è auto-organizzato ed auto-finanziato. Non è legato a nessun partito politico. E’ costituito in forma spontanea e volontaria  con lo scopo di sottrarre una delle poche aree verdi della zona (già oggetto di speculazione)  all’abbandono e al degrado.  Da anni il comitato si occupa della pulizia,  lo stralcio dell’erba, la potatura e la messa in sicurezza di alcune piante ed alberi, l’autocostruzione di panchine, tavolini e cestini dei rifiuti. E di tutto ciò che manca.

SI chiede a gran voce un parco pubblico fruibile da chiunque: giovani, anziani e bambine/i e animali, vogliamo l’illuminazione e l’acqua, vogliamo la raccolta dell’immondizia.

Vogliamo o l’abbattimento dello scheletro della piscina o la conclusione dei lavori, nell’area già circoscritta, per dare al quartiere uno spazio per fare attività sportiva accessibile ai redditi più bassi.

L’Associazione TiPiattIVi nasce nel 2011 in un plesso di una scuola del quartiere di Pietralata, l’IC Giorgio Perlasca, non occupato dalle attività didattiche, in cui era presente l’unica biblioteca pubblica del territorio.

Questo plesso è ora diventato un vivace centro culturale che ha come fulcro proprio la biblioteca.

Grazie ai TiPiattIVi il Bibliopoint Perlasca (il nome della biblioteca), è aperta anche alla cittadinanza in orario extra-curricolare e in esso, con le proprie attività, cerca di sopperire all’insufficienza o alla pressoché totale mancanza di strutture e spazi destinati ad attività sociali, culturali e ricreative nel territorio di Pietralata attraverso la realizzazione di progetti che spaziano dall’educazione artistica alla storia, dalla memoria storica del quartiere alla difesa e valorizzazione del verde pubblico con un occhio particolare rivolto ai bambini e ragazzi che frequentano la scuola Perlasca e ai residenti del quartiere di Pietralata.

 

Yogicamente è un’associazione che dal 2009 opera a Roma nella zona di Pietralata, anche in collaborazione con il Circolo Arci Pietralata, con il principale intento di far conoscere e diffondere la disciplina dello yoga e la cultura della salute e del benessere ad adulti, bambini e ragazzi di questo quartiere e non solo.

Con “Yogicamente”, infatti, si intende in modo  yogico, cioè una modalità di affrontare  la nostra vita portando lo yoga nella quotidianità, in tutte le cose, senza confinarlo alla pratica settimanale svolta con l’insegnante.

Dal 2013 l’associazione collabora con il Bibliopoint dell’Istituto Comprensivo Giorgio Perlasca di Roma con iniziative aperte al quartiere e agli alunni dell’Istituto e svolge lezioni di yoga in orario curriculare rivolte alle classi della scuola primaria e secondaria di primo grado dello stesso Istituto, presso l’Aula dello yoga appositamente creata.

 

Ricrea A. P. S. S. D. Opera, senza fini di lucro, dal 1996.
Nasce nel solco dell’iniziativa culturale, ricreativa, sportiva ed educativa, proponendosi, grazie al suo radicamento nel territorio e alla crescita del suo percorso associativo, di garantire un’ulteriore specializzazione nel campo culturale ed educativo.

Concepita come incontro di energie sociali, ha lo scopo di promuovere attività tese a recuperare il valore dell’agire collettivo e a riaffermare il diritto dell’uomo e ad essere momento centrale della società.

Si propone di realizzare attività di promozione sociale, culturali, educative, sportive, ludico-ricreative, di tutela dell’ambiente e turismo sostenibile.

Liberi Nantes nasce il 26 Ottobre del 2007 su iniziativa di un gruppo di amici appassionati di sport che nello sport cercarono una risposta leggera e positiva al tema dell’inclusione dei rifugiati e richiedenti asilo ospiti delle varie strutture di accoglienza di Roma.
Liberi Nantes è stabilmente a Pietralata fin dal giorno della sua fondazione ed in particolare dal 2010 gestisce il Campo Sportivo XXV Aprile, un impianto sportivo pubblico sito nel cuore della borgata storica del quartiere che era in disuso e che giorno dopo giorno, grazie all’incessante opera di recupero dei propri volontari – migranti e italiani insieme – sta tornando a nuova vita e a disposizione dell’intera comunità del quartiere.
Liberi Nantes è un’associazione sportiva dilettantistica democratica ed interamente basata sul volontariato. L’associazione si autofinanzia, è indipendente, senza fini di lucro e non gode di alcuna forma di sussidio pubblico.
Organizza stabilmente diverse attività quali: due squadre di calcio (maschile e femminile) interamente composte da migranti che partecipano a campionati ufficiali; escursioni sia in città che nella natura; una scuola di italiano per stranieri che si svolge presso l’I.C. Giorgio Perlasca di Pietralata; corsi di ginnastica posturale dedicati alle donne migranti.
Liberi Nantes è l’idea che attraverso il gioco si possa entrare in relazione con gli altri in un clima positivo di rispetto, solidarietà, condivisione e dialogo interculturale.
“Io sono ciò che sono in virtù di ciò che tutti siamo” (filosofia Ubuntu).

 

Associazione di Volontariato No Profit “CDQ Area Verde Pescosolido”

Motto dell’Associazione: “Respect Common Good To Respect Life – Rispetta il bene comune per rispettare la Vita”

Sviluppo culturale: accrescimento dei principi democratici e di uguaglianza, tutela dei Diritti Umani, della libertà di pensiero e confessionale, promozione e sviluppo di tematiche formative ed educative, No Alla Pena di Morte;
Salvaguardia della biodiversità dei popoli e dei linguaggi;
Promozione della tutela dell’ambiente, valorizzazione del paesaggio;
Assetto urbanistico, ambientale e artistico, nonché la prevenzione ad azioni dannose riguardanti le risorse ambientali – Acqua Bene Comune Pubblico;
Tutela dell’igiene e della sanità pubblica;
Promozione e realizzazione dell’attività sportiva e ricreativa;
Promozione del trasporto pubblico;

L’Associazione inoltre ha rapporti istituzionali con l’Ufficio adozioni Aree Verdi del Comune di Roma e con il Servizio Giardini poiché ha adottato uno spazio verde che viene regolarmente tenuto pulito e sfalciato secondo il disciplinare del Servizio Giardini per renderlo fruibile ai residenti. L’obiettivo è quello di dotarlo di panchine e strutture tipiche di un parco.

Stiamo formando un Gruppo di Retake per il Quartiere e zone limitrofe.

L’Associazione Culturale Pentagramma rappresenta dal 1998 un importante polo di riferimento musicale nell’area urbana di Pietralata/Tiburtina e oltre. Il livello altamente professionale degli insegnanti, molti dei quali diplomati al Conservatorio, garantisce la più elevata qualità di insegnamento, senza per questo precludere una proficua e completa partecipazione alle esperienze didattiche anche anche a tutti coloro che vogliano intraprendere e vivere appieno il proprio percorso nel mondo della Musica in modo amatoriale e svincolato da obiettivi professionali. I corsi individuali proposti riguardano il Canto, il Pianoforte, la Chitarra, la Batteria, il Basso, il Sax e il Clarinetto, unitamente a diversi Laboratori di Musica d’Insieme che rivolgono la propria direzione stilistica ai generi musicali più diffusi e importanti, dal Rock al Rhythm&Blues, dalla Musica Leggera fino alle sonorità classiche della Musica da Camera. Laboratori che da ormai più di quindici anni hanno la possibilità di esibirsi dal vivo almeno tre volte l’anno sui palchi più belli e importanti dei locali di Roma, come Stazione Birra, il Jailbreak e il Let it Beer. Da non sottovalutare il contesto sociale della Scuola che, sita nei locali appartenenti al complesso della Parrocchia S.Vincenzo Pallotti in Via Matteo Tondi 80, conferma e consolida la propria crescita negli anni non soltanto come brillante realtà di Istruzione Musicale ma anche come importante e sano centro di aggregazione e interscambio sociale e culturale.

Pietralata Social Club è un contenitore anarchico di idee, storie, suggestioni e tanto altro che abbiamo il piacere di condividere.

In questa epoca di pressappochismo concettuale e semplicismo critico, riteniamo che divulgare materiali che possano stimolare il pensiero sia una buona attività.

Non pretendiamo di insegnare o indicare la via. Vogliamo contaminarci con quel che ci piace, senza se e senza ma.

Malgrado tutto vogliamo continuare a meravigliarci attraverso un libro, una poesia, una storia, un quadro, un’informazione, un’innovazione, una fotografia, un personaggio, un esempio, una novità, una canzone, una scultura, un fumetto, un’azione, un film, un graffito, un racconto, una danza, una favola, un atto artistico, un atto rivoluzionario, un atto disobbediente… purché accenda la scintilla della nostra immaginazione.

L’idea nasce a Pietralata attraversando strade, progetti e piacevoli incontri. Non vogliamo confini territoriali né espressivi per le scorribande piratesche delle nostre proposte. Ora è tempo di partire lasciando che il tutto scorra.

La bellezza, senza dubbio, non fa le rivoluzioni. Ma viene un giorno in cui le rivoluzioni hanno bisogno della bellezza. (Albert Camus)

P.S.: se vuoi suggerire un contenuto da condividere scrivi a pietralatasocialclub@gmail.com

L’Associazione di Volontariato “A Roma, Insieme – Leda Colombini” è impegnata da 25 anni con le donne del carcere romano di Rebibbia e con i loro figli, che fino all’età dei tre anni condividono con le madri la dura esperienza della detenzione.

Obiettivo dell’Associazione è che nessun bambino varchi più la soglia di un carcere e per realizzarlo lavora su due fronti. Da un lato, promuove e realizza una serie di attività concrete, volte a ridurre i danni della carcerazione sui bambini ed aiutare le madri a gestire il rapporto con i propri figli durante la detenzione, collaborando con la Direzione dell’Istituto penitenziario e il Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria. Dall’altro, l’Associazione si muove per sensibilizzare l’opinione pubblica organizzando incontri, dibattiti, convegni, mostre e per sollecitare risposte adeguate da parte delle Istituzioni sia locali che nazionali. I volontari e le volontarie di “A Roma, Insieme” ogni sabato, dal 1994, trascorrono un’intera giornata fuori dal carcere con i bambini e le bambine del Nido di Rebibbia, in spazi aperti (al mare, in montagna, in case di campagna, nei parchi cittadini…) per offrire loro momenti di gioco e di scoperta.

Per i piccoli ospiti del carcere l’Associazione organizza feste per i loro compleanni con musica, regalo e torta, e per le occasioni importanti dell’anno (Natale, Befana, Carnevale, Festa internazionale delle Donne, ecc…) e laboratori settimanali di Arteterapia e Musicoterapia con professionisti del settore.

Uno sguardo particolare è anche rivolto ai bambini più grandi, che possono visitare le madri in carcere una volta al mese per l’intera giornata. “A Roma, Insieme – Leda Colombini”, in collaborazione con altre Associazioni di Volontariato, organizza l’animazione nelle Aree Verdi (due volte al mese) per favorire un clima più sereno all’incontro madre-bambino.

Per le madri in carcere l’Associazione promuove una serie di conversazioni sui temi della salute, dell’alimentazione, del gioco, dei diritti e dei servizi socio-sanitari con esperti del settore, che mettono a disposizione la loro professionalità a titolo volontario. A tal fine l’associazione organizza annualmente corsi di formazione, con la partecipazione di una psicologa, per i volontari che opereranno nel carcere.

Da circa due anni l’associazione è attiva nella conduzione della Casa Famiglia Protetta “Leda Colombini”, che accoglie donne detenute con figli minori.

Ricca di questa articolata e complessa esperienza l’Associazione vuole sviluppare ed estendere le sue iniziative di solidarietà e d’impegno civile, per contribuire alla coesione sociale e al ben-essere dei singoli.