In merito alla notizia che riguarda Pietralata sui fatti accaduti mercoledì 26 marzo, le Associazioni e i Comitati della Rete solidale e antirazzista “Pietralata Insieme” vogliono condannare ogni atto di violenza e prepotenza.

Vogliamo anche sottolineare che già dalla sera stessa le due signore  assegnatarie della casa popolare sono state avvicinate da alcune delle donne contestatrici per scusarsi di quanto accaduto, e precisare che il numero delle persone coinvolte nella protesta contro le due signore assegnatarie erano una “manciata”, molto meno di quanto riportato da qualcuno.

Il problema delle violenze razziste, sessiste e di microcriminalità, di cui Pietralata non è esente, sono sempre più diffuse nella nostra città e nel nostro Paese, ma descrivere un quartiere storico come Pietralata sulla base di atteggiamenti di pochi ci sembra eccessivo e strumentale. Bisogna anche dire che queste cose spesso nascono per mascherare illeciti e trovano un seguito in persone che covano rabbia a causa di diritti a loro negati, in questo caso il diritto all’abitare.

Come Rete del territorio vogliamo ribadire con fermezza che a Pietralata esistono tante realtà ed esperienze che combattono ogni giorno forme di violenza, razzismo e ingiustizia.

I giornalisti e l’informazione tutta hanno una responsabilità importante nel raccontare la complessità degli avvenimenti, senza lasciare spazio a semplificazioni e generalizzazioni.

Speriamo vivamente che nel nostro bel quartiere si risolvano i problemi veri invece di inseguire titoli di giornali!

NON MANCARE… PASSAPAROLA!